Sostegno Psicologico

Sostegno psicologico: cos’è?

 Il sostegno psicologico è un intervento finalizzato al superamento di momenti critici dovuti a cambiamenti improvvisi e inaspettati che la persona si trova ad affrontare. Solitamente, anche senza rendersene conto, le persone mettono in atto delle risorse che permettono loro di superare questi momenti di crisi, quindi di voltare pagina e di stare meglio. Talvolta questo processo viene meno e le persone si sentonoscoraggiate, sfiduciate, in balìa degli eventio, in un certo senso,bloccate, impotenti. Molte volte questo stato è vissuto con un senso di vergogna perché non ci si sente più all’altezza di confrontarsi con i problemi finora affrontati. Quando queste emozioni negative, pervadono il nostro stato d’animo protraendosi nel tempo, si tramutano in un disagio psico-fisico.

Perché accade questo?

Probabilmente perché nella risoluzione del problema attuiamo una sorta di coazione a ripetere,cioè mettiamo in campo strategie e risorse solite che determinano risposte non idoneealla situazione attuale.Questo provoca un grande senso di sfiducia verso se stessi e di malessere.

Cos’è quindi il sostegno psicologico e a cosa potrebbe essere utile?

Si tratta di un supporto umano per la persona finalizzato ad alleviare il disagio nel momento in cui si verificano eventi che cambiano la vita,ad esempio:la perdita di persone care(si pensi al divorzio o alla morte di un coniuge, di un figlio o di una persona affettivamente importante che ha fatto parte della famigliaoppurealla perdita di una persona significativa a cui non è stato possibile dare l’ultimo saluto),perdita del lavoro,l’insorgenza di una malattia cronica.

La crisi non è per forza legata ad un evento specifico, ma può essere legata ad una fase di transizione, si pensi al passaggio tra l’ adolescenza e l’età adulta o al delicatissimo momento della nascita di un figlio che stravolge la vita di coppia per  lasciar spazio alla figura genitoriale.

Ti aiuto ad affrontare il cambiamento che stai attraversando

Qual è il suo obiettivo?

 Durante gli incontri ci si concentra non solo sul problema attraverso la sua definizione, ma anche in percorsi da intraprendere e obiettivi da raggiungere, ma soprattutto sulle risorse inespresse dell’individuo affinché siano supportate e potenziate.Perché ci si concentra sulle risorse? Le nostre risorse o strategie di coping fanno parte di quel sistema attitudinale della risoluzione di problemi. Ci permettono di fronteggiare una situazione stressante, di superarla e di uscirne arricchiti, rafforzati.Attraverso il potenziamento delle stesse, attraverso la scoperta di risorse inespresse sarà possibile aumentare il grado di libertà nel funzionamento individuale e relazionale. Sarà possibile quindi aumentare quel senso di fiducia verso se stessi perso nell’incontro con un problema che non si riesce a superare.Il percorso sarà quindi teso ad uscire dalla crisi, a migliorare l’autostima e il senso di efficacia; a trasformare il dolore e la rabbia; ad accettare il cambiamento per poter acquisire un nuovo modo di vivere al meglio il proprio presente, la propria vita.

A chi è rivolto?

Il sostegno psicologico può interessare l’individuo, la coppia, la famiglia, il gruppo.

Quanto dura il percorso?

L’intervento può durare dalle 8 sedute alle 24 e in ogni caso può concludersi nel momento in cui siano stati raggiunti gli obiettivi preposti, sia stata trovata una diversa modalità di adattamento ad una nuova situazione e di conseguenza sia stato alleviato il disagio.

sostegno psicologico

sostegno psicolgogico

 Il sostegno psicologico è un intervento finalizzato al superamento di momenti critici dovuti a cambiamenti improvvisi e inaspettati che la persona si trova ad affrontare. Solitamente, anche senza rendersene conto, le persone mettono in atto delle risorse che permettono loro di superare questi momenti di crisi, quindi di voltare pagina e di stare meglio. Talvolta questo processo viene meno e le persone si sentonoscoraggiate, sfiduciate, in balìa degli eventio, in un certo senso,bloccate, impotenti. Molte volte questo stato è vissuto con un senso di vergogna perché non ci si sente più all’altezza di confrontarsi con i problemi finora affrontati. Quando queste emozioni negative, pervadono il nostro stato d’animo protraendosi nel tempo, si tramutano in un disagio psico-fisico.